religione

Papa Francesco e La luce del Natale

Un saggio del Papa dedicato alla festa più amata
Copertina-libro – Papa- Francesco -La – Luce -del- Natale

IL NATALE NEL PENSIERO DI PAPA FRANCESCO

Cari fans di Letteraria oggi voglio proporvi la lettura di un libro apparentemente fuori stagione: La luce del Natale di Francesco.

Vi starete chiedendo come ve lo consiglio adesso, dopotutto il Natale è trascorso da poche settimane.

Ebbene, la risposta è molto semplice: il messaggio di pace e speranza contenuto tra le righe è valido per ogni stagione della vita.

Per ogni cristiano Natale deve rappresentare una rinascita, ovvero un nuovo punto di partenza, la nostra speranza.

Non per niente La luce del Natale è un lungo viaggio, attraverso tre fasi, che rappresentano altrettanti periodi della vita della Santa Famiglia.

Naturalmente ad ogni fase corrisponde una parte del libro.

La prima parte s’intitola VERSO IL NATALE e si estende dall’annunciazione alla nascita di Gesù.

VERSO IL NATALE

Tra gli aspetti che mi preme sottolineare c’è il si di Maria che Papa Francesco descrive con queste parole:

Pensiamo a chi era la Vergine Maria: una ragazz ebrea, che aspettava con tutto il cuore la redenzione del suo popolo.

Ma in quel cuore di giovane figlia di Israele

c’era un segreto che lei stessa ancora

non conosceva:

nel disegno d’amore di Dio era destinata

a diventare la Madre del Redentore.

Nell’Annunciazione,

il Messaggero di Dio

la chiama “piena di grazia”

e le rivela questo progetto.

Maria risponde “sì”

e da quel momento

la sua fede riceve

una luce nuova:

si concentra su Gesù,

il Figlio di Dio che da

lei ha preso carne

e nel quale si compiono

le promesse di tutta la

storia della salvezza

A pagina 16 c’ è un interessante confronto tra il Magnificat e le donne di oggi dal quale vi propongo questo stralcio:

Il Signore si china sugli umili, per alzarli,

come proclama il cantico del Magnificat.

Questo canto di Maria ci porta

anche a pensare  a tante

situazioni dolorose attuali,

in particolare alle donne

sopraffatte dal peso della vita

e dal dramma della violenza,

alle donne schiave della prepotenza

dei potenti,

alle bambine costrette a lavori disumani,

alle donne obbligate ad arrendersi

nel corpo e nello spirito

alla cupidigis degli uomini.

L’ultimo paragrafo della prima parte  è dedicato alla nascita del Salvatore ed ancora una volta mi affido alle parole del Papa per raccontarlo:

Nelle genealogie di Gesù scritte da Matteo e Luca

si incontrano tanti uomini e donne buoni,

tanti santi e tanti peccatori.

In questa sequenza dei tempi

andava avanti la promesss di Dio

e quando fu la pienezza dei tempi,

inviò il suo Figlio.

La salvezza di Dio è in cammino

verso la pienezza dei tempi.

DI FRONTE AL PRESEPE

 

Questa è la parte centrale, ed anche la più lunga. Si compone di nove paragrafi:

IL BAMBINO-LA SACRA FAMIGLIA.UNA MAMMA: MARIA- GIUSEPPE- PASTORI- ANGELI, ORO,INCENSO E MIRRA-POVERI COME GESU’-LA MANGIATOIA

In questa parte del libro emergono con maggior vigore i temi cari al pontificato francescano: la semplicità dei bambini, l’accoglienza ai migranti, ai quali nel 2016 fu dedicato il presepe di Piazza San Pietro, il pensiero rivolto ai giovani, gli adulti del futuro; la famiglia unita nella preghiera, nelle avversità e nell’accettazione dell’esilio, la tenerezza di una madre, alla quale rivolge alcune dolcissime preghiere; la forza e la determinazione di Giuseppe, esempio dell’autorità paterna, nel difendere la Santa Famiglia da ogni avversità, il suo ruolo di educatore.

Grande importanza rivestonoi pastori in cammino, sinonimo degli ultimi che vanno alla ricerca dell’ancora di salvezza; gli angeli, annunciatori della Salvezza; i Magi, saggi rapprensentanti del mondo pagano in cammino verso la ricercata Salvezza, come ogni cristisano dovrebbe fare, i doni che offrono a Gesù e Gesù stesso che si fa dono per loro e per tutti noi; l’attaccamento di Erode al potere terreno e la paura di perderlo, come accade anche oggi a chi pone sé stesso al centro del mondo e non segue la Luce del Signore; la povertà, l’esperienza del rifiuto,l’essere profugo come lo fu Gesù in terra d’Egitto, la stalla e la mangiatoia, normalmente riservate alle bestie.

Nel concludere questa seconda parte voglio citare uno stralcio del testo dedicato alla terra d’Egitto, considerata l’attualità di questo argomento:

L’Egitto, a motivo della sua storia

e della sua particolare posizione geografica,

occupa un ruolo insostituibile nel Medio Oriente

e nel contesto dei paesi

che cercano soluzioni

a problemi acuti e complessi

i quali necessitano di essere affrontati ora,

per evitare una deriva di violenza

ancora più grave.

 

VIVERE IL NATALE

 

Questa è l’ultima parte del libro e, oserei dire, la più filosofica. Ci trasmette la gioia del lieto annuncio, della vita cristiana.

Ci spiega perché dobbiamo diventare  testimoni di una gioia autentica che si manifesta con la condivisione.

C’è tanto spazio anche per la speranza, alla quale Papa Francesco  contrappone gli idoli e le false speranze terrene;

speranza in Dio ed in Gesù.

Non possono mancare altre tematiche care a Bergoglio:il coraggio della testimonianza, la misericordia verso il prossimo, la citazione della legge di Dio che rovescia i potenti dai troni per innalzare gli umili.

Come parte conclusiva rafforza i concetti di solidarietà ed accoglienza dello straniero e la necessità di superare il nostro egoismo.

Un pensiero è rivolto ai malati, all’ importanza del non rassegnarsi nella lotta quotidiana che la testimoninza cristiana impone.

In conclusione cito le ultime parole del libro:

Per portare frutto Gesù ha vissuto l’amore fino in fondo,

lasciandosi spezzare dalla morte

come un seme si lascia spezzare

sotto terra.

Proprio lì,

nel punto estremo del suo abbassamento

-che è anche il punto più alto dell’amore-

è germogliata la speranza.

 

 

Sotto trovate il link per l’acquisto. Mi auguro che la recensione sia stata di vostro gradimento. Potete commentare anche ricorrendo a critiche costruttive.  Presto tornerò con una nuova recensione.

 

 

La luce del Natale

 

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: